Come fare il backup

Il backup dei dati è la procedura più importante che garantisce la sicurezza dei file sul PC. Qualsiasi organizzazione, sia essa una grande azienda o una piccola impresa, effettua periodicamente un backup delle informazioni memorizzate sui propri computer. Sfortunatamente, gli utenti ordinari di PC domestici spesso trascurano il backup dei loro file, il che a volte porta a conseguenze molto spiacevoli sotto forma di perdita di documenti importanti, fotografie o video girati con la loro fotocamera. Nel frattempo, impostare il processo di creazione dei backup non è affatto difficile e può essere fatto da qualsiasi utente di PC.
Quali file copiare?
Dove posso archiviare i backup?
Come posso creare un backup?
Come ripristinare una copia di backup?
Effettua il backup su Google Drive

Quali file copiare?

Prima di iniziare il processo di backup dei file, è necessario determinare quali file verranno copiati. Non ha senso creare cartelle duplicate come Windows o Programmi. Se il disco rigido non funziona, è necessario reinstallare il sistema operativo e i programmi. Per risparmiare spazio sul supporto che verrà utilizzato per il backup, non creare copie di backup di film o musica, ad eccezione di quelli rari. Tutto questo può essere scaricato da Internet, se necessario. Non ha senso fare una copia dei giochi, perché possono essere reinstallati.

Quindi, quali file devono essere copiati?

  • Documenti importanti. Ci possono essere centinaia di tali file sul tuo computer. È necessario eseguire periodicamente il backup di questi documenti per assicurarsi di mantenere l’ultima versione.
  • Fotografie. Spesso le persone memorizzano foto di persone vicine o eventi importanti sui loro computer, senza nemmeno pensare al fatto che possono essere irrimediabilmente persi in caso di guasto del disco rigido.
  • Musica. In alcuni casi, la memorizzazione di copie di file audio non ha senso. Ad esempio, se hai poca musica sul tuo computer e queste canzoni sono facili da recuperare scaricando da Internet. La decisione di copiare o non copiare tali file è determinata dalla disponibilità di spazio libero sul supporto in cui verrà archiviato il backup. Ma se sei un appassionato di musica e molti anni hanno collezionato una collezione musicale, vale sicuramente la pena fare una copia di backup di essa.
  • Scrittura. Se il tuo client di posta elettronica salva solo le e-mail sul disco rigido del tuo computer, e tra queste ci sono quelle importanti, ha senso eseguire periodicamente il backup della posta. Per fare ciò, è sufficiente copiare uno dei file in cui sono memorizzati tutti i dati della tua posta. Per Microsoft Outlook, ad esempio, questo sarà un file con estensione pst.
  • Impostazioni importanti del programma. In alcuni casi questo può essere molto utile. E, se sai dove sono memorizzate queste impostazioni, e se è possibile ripristinarle dal backup, se necessario, è meglio duplicarle.
  • Segnalibri per browser. In questa situazione, è necessario passare dall’importanza di questa informazione a voi. Se sai come fare, aggiungi il tuo browser ai preferiti. Questi file occupano pochissimo spazio.

Ecco solo i principali consigli. Quando si organizza un backup del computer, è necessario analizzare attentamente tutte le informazioni memorizzate, scegliere le più importanti ed eseguire il backup di questi file.

Dove posso archiviare i backup?

Gli specialisti consigliano di archiviare un backup separatamente dai dati principali. Questo è comprensibile: se il computer non funziona, sarà più facile e veloce ripristinare le informazioni dal backup, che è stato memorizzato su un’unità esterna. Esistono diverse opzioni per la memorizzazione dei dati copiati.

  • Memoria USB. Questa è la soluzione più semplice, che non richiede spese significative. Attualmente, è possibile trovare in vendita flash drive ad alta capacità ad un prezzo relativamente basso. Un tale supporto è semplice e compatto. Ma, sfortunatamente, ha poca affidabilità. Le unità flash si rompono spesso e, in aggiunta, hanno un numero limitato di sovrascritture di dati. Se si esegue spesso un backup, il supporto fallirà rapidamente. Il supporto USB viene utilizzato al meglio solo come opzione aggiuntiva per l’archiviazione dei backup.
  • Disco esterno. L’industria produce un gran numero di dischi esterni di varie capacità e prezzi. È possibile acquistare un disco relativamente economico con una capacità di diversi terabyte, che è abbastanza adatto per il backup regolare dei dati del computer. I dischi esterni sono affidabili e abbastanza compatti. Degli svantaggi possono essere chiamati a meno che non sia necessario connettere un’unità esterna ogni volta per eseguire il backup successivo.
  • Cloud storage di copie o utilizzo di server esterni per questo scopo. Questo metodo di backup è adatto agli utenti di computer domestici e viene utilizzato da loro più spesso. Uno dei vantaggi di questo metodo è l’indipendenza dalle condizioni ambientali. Ad esempio, se c’è un incendio in casa o un’alluvione, i dati saranno comunque conservati. Inoltre, con questo metodo di backup non è necessario connettere un disco esterno ogni volta. Se lo desideri, puoi configurare backup automatici. Nonostante la praticità, questo metodo presenta alcuni inconvenienti. Ad esempio, si consiglia di crittografare sempre le copie di backup dei file, in modo che nessuno dall’esterno possa accedere ai propri dati. Quando si sceglie questo metodo di creazione di backup, è necessario tenere conto del fatto che verrà investito molto traffico su questo processo, che è piuttosto critico con una connessione Internet limitata.

Come posso creare un backup?

Esistono due tipi di backup:

  • Backup di singoli file e cartelle.
  • Immagine di backup del sistema operativo.

Nel primo caso, vengono copiati solo i file e le cartelle specificati. Ripristinarli singolarmente dalla copia di backup non sarà difficile. Nel secondo caso, viene creata una singola immagine del sistema con tutte le sue impostazioni. Questo può essere utile, ad esempio, quando si reinstalla Windows. In questo modo verranno reinstallate tutte le impostazioni in vigore al momento della creazione della copia dell’immagine di sistema. Ciò consente di risparmiare un sacco di tempo durante la reinstallazione del sistema.

Considerare come in Windows 7 creare un backup dei singoli file che si trovano sull’hard disk del PC. La copia verrà eseguita su un disco esterno quando si utilizza il software integrato per eseguire il backup. Prima di avviare il backup, è necessario collegare un’unità esterna al computer.

  1. Vai su “Start” e apri la sezione “Control Panel”. Scegli “Backup and Restore” lì. Come fare backup
  2. Nella finestra che si apre, seleziona il link “Set up backup”.Come si fa il backup
  3. Nell’elenco delle destinazioni di backup, selezionare l’unità esterna e fare clic su “Next”.Come fare backup PC
  4. Nel passaggio successivo, dovrai scegliere quali cartelle includere nell’elenco di backup. Puoi lasciare che il sistema scelga ciò che verrà archiviato, oppure puoi specificare le cartelle di cui eseguire il backup. Per fare ciò, selezionare la sezione “Let me choose” e fare clic sul pulsante “Next”.Fare backup
  5. Nella finestra visualizzata, specificare le cartelle per le quali si desidera eseguire il backup e fare clic su “Next”.Backup dati
  6. Nella fase successiva, il sistema ti chiederà di verificare le impostazioni di backup. Prestare attenzione al programma di backup.Come fare il backup del PC
  7. Se necessario, è possibile modificare la pianificazione del backup. Come eseguire backup
  8. Fai clic sul pulsante “Save settings and run backup”.
  9. Al termine del processo di copia, verrà visualizzata la seguente finestra.Fare il backup Il link “Manage space” consente di visualizzare le copie di backup dei file create.

Per Windows 10, il processo sembra simile.

  1. Vai su “Start” e apri la sezione “Settings”Eseguire backup
  2. Nella finestra che si apre, fai clic su “Update & Security”Come effettuare backup
  3. Seleziona “Backup” e nella parte destra della finestra fai clic sul link “Go to Backup and Restore (Windows 7)”. Come fare backup Windows 10
  4. Il resto delle azioni vengono eseguite, come descritto sopra per Windows 7.

Come ripristinare una copia di backup?

Come ripristinare da un backup un file cancellato o cancellato per errore? Puoi farlo con gli strumenti integrati del sistema operativo Windows. Inoltre, è possibile ripristinare sia l’intero archivio (ad esempio, quando si sostituisce un disco rigido non funzionante), sia singole cartelle e file da un backup. Considerare questa procedura con l’esempio del ripristino di file da un backup su un computer con Windows 7.

  1. Collegare il supporto con il backup memorizzato sul computer. Passare attraverso “Start” nel “Control Panel” e selezionare la sezione “Backup and Restore”. Fai clic sul pulsante “Restore my files”.Come eseguire il backup
  2. Nella finestra che appare, fai clic sul link “Choose a different date” e seleziona la data di creazione dell’archivio desiderata. Per impostazione predefinita, viene eseguito il backup più recente dei file. Come effettuare il backup
  3. Se è necessario ripristinare singoli file dall’archivio, fare clic sul pulsante “Search” e inserire il nome del file parzialmente o completamente.Come fare un backup del PC
  4. Contrassegna i file trovati e fai clic su “OK”.
  5. I pulsanti “Browse for files” e “Browse for folders” consentono di visualizzare il contenuto del backup.Come effettuare un backup
  6. Dopo aver trovato tutti i file da ripristinare nel backup, fare clic sul pulsante “Next”.
  7. Nella finestra che appare, seleziona la posizione in cui saranno localizzati i file recuperati. Puoi ripristinarli dove ti trovi, o nello stesso posto in cui si trovavano precedentemente.Effettuare backup
  8. Fai clic sul pulsante “Restore”. Una volta completato il processo di ripristino, rivedere i file recuperati.Fare un backup

Questo metodo consente non solo di ripristinare file e cartelle da un backup, ma anche di eliminare i file specificati dall’archivio.
Per Windows 10, la sequenza di azioni per il ripristino dei file dall’archivio sarà la seguente.

  1. Passare attraverso “Start” nella sezione “Settings” e aprire la finestra “Update & Security”. Vai alla sezione “Backup” e fai clic sul link “More options”.Eseguire il backup
  2. Fai clic sul link “Restore personal files”.
  3. Nel campo di ricerca, inserire il nome del file da ripristinare.
  4. Dopo aver trovato i file, specificare il percorso in cui verranno ripristinati e fare clic sul pulsante “Restore”.

Effettua il backup su Google Drive

Recentemente, Google ha rilasciato un servizio per il backup e la sincronizzazione dei file, che copia automaticamente i dati dalla wild card del PC in Google Drive. Questo metodo di backup ha molti vantaggi:

  1. La sincronizzazione dei file viene eseguita automaticamente, senza la tua partecipazione.
  2. Non è necessario collegare un’unità esterna su cui vengono salvati i backup ogni volta.
  3. Hai accesso ai dati copiati in qualsiasi momento e da qualsiasi parte del mondo con Internet.
  4. I dati non andranno persi, anche se hai un incendio, un’inondazione o un altro disastro naturale.
  5. I file dagli archivi possono essere visualizzati non solo dal computer, ma anche da un altro dispositivo, ad esempio dal telefono.

Per poter sincronizzare le tue cartelle con Google Drive, devi scaricare l’applicazione “Backup and sync” dal sito web di Google Drive. Quindi installare questo programma sul tuo computer. La sequenza di azioni per l’installazione dell’applicazione sarà la seguente.

  1. Premere il pulsante “GET STARTED”.Backup su cloud
  2. Accedi al tuo account Google.
  3. Seleziona le cartelle che verranno sincronizzate.Backup su Google
  4. Fai clic su “GOT IT”. Apparirà una finestra con un suggerimento per sincronizzare Google Drive con il tuo PC. Puoi sincronizzare non l’intero Google Drive, ma solo le singole cartelle su di esso.
  5. Dopo aver fatto clic sul pulsante “Start”, inizia il processo di sincronizzazione dei dati. Ora i file nelle cartelle specificate verranno sincronizzati non appena si aggiunge qualcosa a una delle cartelle.

Se accedi al browser in Google Drive, nella sezione “Computer” verrà visualizzata una cartella con il nome del dispositivo.

Se è necessario modificare le impostazioni di sincronizzazione, è possibile fare clic sull’icona dell’applicazione “Backup and sync” nel vassoio e modificare le impostazioni del programma.

Ricordarsi di eseguire il backup dei file importanti prima di eseguire qualsiasi manipolazione automatica dei dati. Ad esempio, eseguire sempre un backup prima di utilizzare i programmi per ripulire il computer.